Come fare un CV in Inglese

cvOggi vedremo come fare un curriculum vitae in inglese. Prima di procedere è molto importante sapere che bisogna parlare inglese in modo fluente per trovare lavoro nel Regno Unito o all’estero in generale e che il mercato del lavoro britannico è competitivo e ogni giorni vengono inviati milioni di CV per candidarsi ad uno o più lavori.

La prima cosa che deve apparire impeccabile è un curriculum vitae in inglese fatto come si deve, inoltre bisogna fare buona impressione immediatamente perché un reclutatore leggerà un CV in circa 30 secondi, quindi se non vi fate notare avete perso l’occasione per essere chiamati per quel tipo di lavoro.

Il CV in inglese

Il “resume”, come lo chiamano gli inglesi, è il CV vitae ed ha un formato particolare nel Regno Unito, questo consente al selezionatore di capire subito le competenze della persona che ha scritto il documento e quindi di procedere o meno ad un approfondimento e ad un eventuale colloquio. Spesso, insieme al curriculum vitae aiuta la presenza di una lettera di presentazione in inglese.

Il tipo di CV inglese è cronologico, è molto utile in quanto si può notare subito se si ha esperienza nel settore di lavoro che si sta cercando, questo tipo di documento non è consigliabile in caso di lavori troppo specializzati in quanto se non si ha esperienza verrai scartato immediatamente.

Tuttavia, andiamo a vedere come comporre un resume correttamente.

Come fare un CV in inglese correttamente

La prima cosa da fare è quello di inserire le esperienze lavorative in ordine cronologico inverso, dal più recente al meno recente. Inoltre, un consiglio che spesso è ignorato, è quello di personalizzare il CV in base all’annuncio lavorativo sfruttando le skills richieste e personalizzandolo in base all’interesse per quel settore lavorativo.

Questo perché ? Semplicemente per il fatto che vengono lette, principalmente, le prime righe di questo documento e se cercano determinate competenze e non vengono trovate subito, molto probabilmente il tuo CV verrà scartato.

Dopo il lavoro è bene inserire una cronologia del percorso formativo, dal più recente al meno recente, questo aiuterà a capire se la formazione avuta si può adattare alla tipologia di lavoro o se saranno necessari approfondimenti con corsi aziendali, in ogni caso questa sezione verrà letta solamente se avete catturato l’attenzione nella prima parte del vostro documento.

Nella parte finale del CV in inglese inserite le vostre competenze, ma non mentite perché sicuramente in fase di colloquio lavorativo verrete “testati” e se dite di saper parlare bene una lingua e invece non è assolutamente vero, allora verrete scartati sicuramente.

Ultimo consiglio, ma non per questo meno importante degli altri, il CV deve essere massimo di due pagine, non esagerate ed evitate di inserire cose che non sono rilevanti. Ecco dunque come fare un curriculum vitae in inglese.

Ti è piaciuto l'articolo? Che ne dici di condividerlo con i tuoi amici?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *