Curriculum Vitae EuroPass Pregi e Difetti di questo Formato

Dal 2002 è stato istituito dal Consigli Europeo un Modello Curriculum che unificasse il mondo del lavoro europeo, questo Modello Curriculum ha preso il nome di Curriculum Vitae EuroPass.

Sono passati oltre dieci anni dalla sua creazione, ed i suoi limiti sono ancora molto forti.

UTILE PER:

Tutti i candidati che hanno poche esperienze lavorative o che hanno un trascorso lavorativo di certo non ricco. Il fatto che è così schematico e “ristretto” fa si da non rimanere molto bianco sul foglio, cosa che salterebbe subito all’ occhio.

NON UTILE PER:

Tutti i candidati che, invece, hanno un trascorso lavorativo molto “intenso”, e che quindi avrebbero bisogno un po’ più di spazio per scrivere tutte le varie esperienze.

Un limite grosso del Modello Curriculum EuroPass sta nella sezione Esperienze Lavorative, dove lo schema a “cronologia”, penalizza molto le persone che hanno lavorato di meno o che hanno lavorato poco.

Un’ altra pecca di questo documento in formato europeo sta nella parte riguardante le Competenze e le Capacità, nel quale non è possibile creare un elenco sicuramente molto più preciso e agevole per i candidati.

Il Modello Curriculum EuroPass quindi come descritto presenta varie falle.

Per fortuna però è sempre possibile farne altri in altro formato o versione, essendo sempre validi. In seguito ne tratteremo qualcuno.

Ti è piaciuto l'articolo? Che ne dici di condividerlo con i tuoi amici?