Il curriculum? Come una pagina di Amazon!

Leggete questa. Lo specialista del web Philippe Dubost è rimasto senza lavoro.

Screen Shot 2013-01-30 at 23.54.14Stanco di mandare centinaia di curriculum ad aziende del settore, Philippe ha deciso di fare di testa sua, e ha creato una pagina che ricorda molto da vicino il layout di Amazon per proporre i suoi servizi.

Un’idea semplicemente geniale, che coniuga creatività e saper fare. Se state cercando un lavoro e siete in alto mare ecco cosa potreste imparare da questo geniale disoccupato.

Mostrare di saper fare

I curriculum sono troppo spesso delle lunghe e grigie liste di competenze e formazione, spesso neanche troppo organizzate. Certo, è improbabile pensare di ottenere un impiego in banca utilizzando le modalità di cui Philippe è stato precursore, ma quelli di voi che stanno cercando un lavoro tra i cosiddetti “creativi” farebbero bene a guardare molto da vicino quello che questo sviluppatore web è stato in grado di mettere in piedi.

Siete disegnatori? Utilizzate la vostra maestria nel vostro CV. Siete capaci organizzatori? Dimostratelo mostrando un CV ordinato e non banale.

Il curriculum può diventare virale

Il curriculum di Philippe è diventato, come si dice in questi tempi, virale. E’ rimbalzato sui siti di mezzo mondo e avrà sicuramente permesso a Philippe di ottenere il lavoro che cercava. Certo, non tutti saranno così fortunati, ma non è necessario diventare star mondiali per ottenere quello che vogliamo.

Basterà dare la giusta impressione al nostro futuro di lavoro, mostrare di saper fare il lavoro che stiamo cercando di ottenere, e tutto si metterà in un batter d’occhio sul binario giusto. 

Da dove partire?

Curiosità, voglia di fare e niente apatia. La nostra economia cambia, e non basta più una lunga lista di conferenze e corsi per ottenere un lavoro. Bisogna dimostrare di essere adatti ad essere integrati in un mondo economico che cambia rapidamente e mostrare di avere i numeri giusti.

Come farlo?

Mostrate quello che sapete, non abbiate paura di uscire dagli schemi. Il gioco vale la candela, basta guardare cosa è successo a Philippe.

Ti è piaciuto l'articolo? Che ne dici di condividerlo con i tuoi amici?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *