Sei consigli per un Curriculum Europeo a prova di bomba

consigli curriculumSe avete appena iniziato a cercare un nuovo lavoro (potrebbe essere anche il vostro primo lavoro), siamo sicuri che siate a conoscenza dell’importanza di aggiornare il vostro Curriculum.

Dopo tutto siete arrivati su un sito che parla proprio di Curriculum Vitae, e state probabilmente cercando dei consigli per rendere le vostre chances di ottenere il lavoro più… accettabili.

Niente paura, vi diamo una mano noi, in 6 praticissimi punti che miglioreranno di gran lunga le vostre possibilità di essere assunti.

1. Semplicità è la parola d’ordine

Semplicità, semplicità, semplicità. Non so se vi siete già resi conto, ma la roba che sembra complessa (e che lo è), è passata ormai di moda da diversi anni, soprattutto in ambito lavorativo. I datori di lavoro sono alla ricerca di gente in grado di razionalizzare un processo lavorativo e in grado di collaborare in maniera semplice ed efficace con i loro colleghi. Creare un CV impossibile da consultare è un’ottima prova di non avere tali capacità di semplificazione, quindi prima di avventurarvi in incredibili peripezie grammaticali e lessicali pensateci non due, ma tre volte.

2. Pensa come un datore di lavoro

Immedesimarsi funziona. Non parliamo di metodo Stanislavskij, ma di capacità di pensare e agire come un datore di lavoro. Una volta realizzato cosa cercano e perché scartano determinati CV i datori di lavoro, crearne uno più appetibile non sarà particolarmente difficile.

3. Il CV non è tutto

Strano sentirselo dire da un sito dedicato ai CV, ma i CV non sono tutto. Cercate di crearne uno perfettamente ritagliato per il posto di lavoro che state cercando di ottenere. Mandarlo a cani e porci, per giunta non ottimizzato, non serve a niente. La capacità di scegliere vi aiuterà, e anche molto.

4. Mandare a freddo non va bene

Si potrebbe pensare di mandare il vostro CV a tutte le caselle di posta delle aziende che conoscete, anche se queste non abbiano manifestato interesse nell’assunzione di nuovi lavoratori. Bene, in pochissimo tempo finirebbe tutto nel cestino, insieme con le vostre possibilità di essere assunti in un determinato posto di lavoro. Non va assolutamente bene, cercate di informarvi prima di mandare, cercate di venire a sapere se l’azienda sta cercando davvero personale oppure no.

5. Ottimizzare il CV

Il Curriculum Vitae, anche se si trattasse del Modello Europeo per il Curriculum Vitae, va ottimizzato e ritoccato in funzione del ricevente. Inutile focalizzarlo su capacità artistiche se stiamo cercando di ottenere un posto di lavoro in banca. Altrettanto inutile focalizzarlo sull’utilizzo del computer se si cerca un posto di lavoro in un ristorante. Preparatene invece di diversi, cercando di focalizzare e risaltare sulle capacità che più probabilmente saranno apprezzate dal vostro destinatario. 10 minuti di ricerca possono fare la differenza tra un si e un no.

6. Sesto e ultimo: prenditi il tuo tempo

Non dovresti spendere settimane e settimane sul tuo Curriculum Vitae, soprattutto se hai bisogno di trovare un lavoro. Questo però non vuol dire che un CV debba essere preparato a velocità supersoniche, senza prendersi il giusto tempo per riflettere su quanto scritto e ritoccare il tutto. Prendetevi il vostro tempo e non mollate il vostro CV, o meglio, non speditelo, fino a quando questo non risulterà assolutamente perfetto. Soltanto dopo sarete in grado in primis di sentirvi più sicuri in caso di una intervista, e secondariamente sicuri di aver mostrato il vostro lato migliore al vostro probabile futuro datore di lavoro.

Questi sono i nostri consigli di Febbraio per la scrittura di un CV efficace e che vi aiuti a portare a casa il vostro nuovo lavoro. Continuate a leggerci, vogliamo aiutarvi ancora di più nella vostra ricerca di un posto di lavoro che vi soddisfi economicamente e non solo.

Ti è piaciuto l'articolo? Che ne dici di condividerlo con i tuoi amici?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *